Viva la pappa col pomodoro




Ci sono dei piatti, degli ingredienti che ci riportano all’infanzia, che significano casa, che non sono da ristorante stellato ma sono più buoni di ostriche e caviale. Per me mangiare, preparare del cibo, è innanzitutto un atto d’amore, vuol dire cura, attenzione, in qualche caso ricordo.
Il mio cibo del cuore è il pane col pomodoro. Una fetta di pane, rigorosamente cotto a legna, meglio se del giorno prima, su cui si schiacchiano e si “impruscinano” i pomodori, quelli freschi dell’orto in estate, quelli dei piennuli realizzati da papà in inverno, un pizzico di sale e un giro d’olio, una foglia di basilico in estate e una spruzzata di origano seccato da noi in inverno. In estate spesso lo mangiavo come merenda in spiaggia: semplice e profumato, alle sei del pomeriggio, dopo i bagni e i giochi, era un po’ caldo e mi sembrava sempre più buono che a casa. In inverno ci poggiavamo una fetta di fiordilatte e lo passavamo in forno, giusto il tempo di ottenere una crosticina croccante: che buono!
Ora sono cresciuta, i pomodori li mangio interi e più spesso in insalata, usando il pane per intingere il sughetto che resta, ma non è la stessa cosa e quando ho voglia di tornare bambina, guardo mia madre con l’aria più ingenua che posso e le dico “mamma, mi prepari pane e pomodoro?”.
Nel piatto che vi presento oggi, ho ritrovato lo stesso profumo della mia infanzia, è insieme pane e pomodoro e il sugo della domenica mattina. Preparare la pappa col pomodoro, immergermi nel suo profumo, è  per me fare un vero è proprio viaggio nei ricordi. È un piatto toscano, per prepararlo sono partita dalla ricetta di Juls, cambiandola e adattandola agli ingredienti che avevo e ai miei gusti. Se non l’avete mai assaggiata, provatela e fate con me un viaggio nei profumi dell’infanzia…

Pappa col pomodoro


Ingredienti (per due persone)
250 g pane raffermo (come regola, quello sciocco toscano, ma io ho usato quello che a Napoli è detto “cafone” cotto in forno a legna)
1/3 di carota
Un pezzett(in)o di  gambo di sedano
¼ di cipolla dorata
500 g di passata di pomodoro (anche meno, la mia è fatta in casa ed è meno densa di quella acquistata)
Sale q.b.
Olio extravergine di oliva
Pepe nero a piacere
1 spicchio di aglio piccolo
Tanto basilico


Procedimento 
Tagliare il pane in fette spesse qualche centimetro, metterle in una ciotola e coprirle di acqua, in modo che si ammollino bene. Tritare finemente sedano, carota e cipolla.  Coprire con olio evo il fondo di una pentola capiente, aggiungere il battuto di verdure e lasciarlo soffriggere a fuoco dolce finché non si ammorbidisce. Versare il sugo di pomodoro in pentola, aggiungere qualche foglia di basilico e lasciarlo sobbollire a fuoco basso, coperto, per circa 15 minuti. Regolare di sale e pepe (considerando il tipo di pane che si sta utilizzando). Strizzare il pane e sbriciolarlo nel sugo di pomodoro, mescolare e cuocere ancora per circa 10 minuti girando spesso perché si attacca facilmente. Il pane deve amalgamarsi perfettamente col pomodoro, creando una crema, che è appunto la pappa col pomodoro :) A questo punto, spegnere il fuoco, schiacciare lo spicchio d’aglio con un coltello a lama larga, aggiungerlo alla pappa col pomodoro insieme ad altre foglie di basilico e mescolare bene. Aggiungere un giro abbonante di buon olio evo, mescolare ed assaggiare e, se necessario, aggiustare di sale. Lasciar riposare la pappa coperta per almeno un’ora in modo da far amalgamare profumi e sapori, quindi eliminare l’aglio, scaldarla e servirla tiepida o calda a seconda della stagione, con un filo di olio evo, una foglia di basilico e una spolverata di pepe macinato al momento.

Note 
Ho usato tanto basilico perché volevo un risultato profumatissimo, sentitevi liberi di usarne meno o di cambiare erbe e profumi.
Come tutti i piatti regionali, ne esiste una versione per città, la stessa Juls ne indica due. Credo che ogni famiglia abbia la sua ricetta e che ogni volta questa venga adattata alle esigenze e agli ingredienti che ci si trova in casa in quel momento. Questo è il mio modo di preparare un piatto che non appartiene alla mia tradizione, ma che mi ha conquistato.
Il risultato è molto cremoso, se volete una consistenza più rustica, potete tostare il pane in forno e poi sbriciolarlo direttamente nel pomodoro mentre cuoce. L’ho provato anche così, quale preferisco? Dipende dall’umore: la versione cremosa è quella che fa più confort food :)
Si sarà capito che io adoro il pomodoro e in questo piatto mi piace che si senta forte il suo sapore, ma, se dovete servirlo a un uomo, vi consiglio di aggiungere un’abbondante grattugiata di formaggio (scegliete il vostro preferito) e di mescolare bene, come nello scarpariello napoletano. Non sarà ortodosso, ma vi assicuro che l’aggiunta sarà molto apprezzata!
Se non avete i classici ingredienti per il battuto, potete sostituirli con uno spicchio d’aglio, scaldarlo a fuoco dolcissimo e aggiungere il pomodoro al primo accenno di sfrigolio. Cambia il profumo, ma non la bontà del piatto finale.
Secondo me il giorno dopo è ancora più buona!
Con questa ricetta partecipo al contest VIVA IL POMODORO di Il Crudo e Il Cotto in collaborazione con La Fiammante.


44 commenti:

  1. Buona la pappa col pomodoro! Stavo giusto pensando a cosa fare per cena, i pomodori son nell'orto e ho anche un bel pane tipo il tuo "cafone".
    Non farò in tempo a farla riposare ma col questo pane l'ho già fatta e viene molto cremosa.
    Grazie che me l'hai fatta tornare a mente, la tua è proprio appetitosa!
    baci Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Su, è una gioia sapere di averti "ispirato" :)

      Elimina
  2. sei sempre bravissima, mi sembra di sentirne l'odore fin qui.. grazie per la ricetta e per aver partecipato <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te, Raffaele, per l'affetto che mi mostri in ogni commento e per questo contest a base di uno dei miei ingredienti preferiti :)

      Elimina
  3. Che profumino.. ecco da dove arrivava! Come resistere a questa pappa al pomodoro stupenda?! Bravissima amica mia! TVB!

    RispondiElimina
  4. Anche qui arriva il profumo........
    Bravissima !!!!!!
    Un caro saluto :-))

    RispondiElimina
  5. Tesoro mio…grazie x aver condiviso questi ricordi..in molto ci assomigliamo (non solo x i gusti culinari..)!! Mi hai riportato indietro nel tempo a momenti indimenticabili..grazie <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai mi è chiaro che noi abbiamo qualche gene in comune :D
      Un bacione, cara :*

      Elimina
  6. Mangiata per la prima volta quest'anno, la pappa al pomodoro è entrata di diritto nei miei piatti preferiti! Adoro!
    E mi piace così, un pò densa :)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non l'avevo mai mangiata prima, ma dopo averla assaggiata si è messa come un tarlo nella mia testa finchè non l'ho rifatta :) e ora è anche per me tra i piatti che preferisco!

      Elimina
  7. Che buona che deve essere, mi hai fatto venire una voglia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' buona e sa di casa, per questo la adoro :)

      Elimina
  8. devo ancora provarla questa ricetta ^_^ pane cafone ^_^ a genova diciamo pan seccu eh eh :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pare che il nome pane cafone venga dal fatto che i "campagnoli" che andavano a Napoli portavano queste grosse pagnotte legate con una fune, etimologia a parte... io lo adoro :)

      Elimina
  9. Ahhhh... una fetta di pane con i pomodori impruscinati... e l'olio buono... mammamia che bontà, Vale... e quanti ricordi! Anche per me è uno dei cibi del cuore :) <3 Questa pappa al pomodoro deve essere buonissima, l'ho mangiata una sola volta in un ristorante e me ne sono innamorata... devo prepararla a casa! Complimenti, un abbraccio e... W il pane cafoneeeee :D ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che noi piccole napoletane siamo cresciute a pane&pomodoro: che bello!
      io l'ho assaggiata quest'inverno da Pallino ed è stato amore al primo assaggio :)
      un bacione Valecara

      Elimina
  10. Ma sai che io non ho mai provato la pappa al pomodoro? Devo farla, basta. MI hai dato l'ispirazione!
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è una scoperta recentissima, ma mi ha conquistato :) se la provi fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  11. Anche per me la merenda preferita è sempre stata pane e pomodoro lo mangiavo sempre da mia nonna prima di andare al mare....pane fatto in casa ...troppo buono!!!buona la pappa al pomodoro! foto strepitosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello di nonna poi è insuperabile <3
      grazie Annalisa :*

      Elimina
  12. Io l'adoro la pappa al pomodoro e anche i miei figli, me la chiedono spesso...e poi pane e pomodoro che ricordi... :) buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. posso venire da te qando la fai? :)
      buon weekend anche a te, Silvia!

      Elimina
  13. mi hai messo voglia di provarlo, ma io vista la stagione andrei di pomodoro fresco. Se, come prevedo, avro' pane raffermo nei prossimi giorni la faccio... grazie. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti anche io ero tentata dal pomodoro fresco, ma l'avevo assaggiata lo scorso inverno e mi era piaciuta molto, così alla fine ha vinto la conserva :)
      sono curiosa di leggere la tua versione!

      Elimina
  14. grazie per avere voluto condividere con noi questo viaggio nell'infanzia con la pappa al pomodoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per esserti fermato a leggerlo :)

      Elimina
  15. Che meraviglia la pappa. Quest'estate ero tentata di assaggiarla, ma non amando la cipolla non volevo rischiare. Proverò a farla da me, magari per rompere il ghiaccio e provarla semmai dovessi tornare in Toscana :) Intanto è ben accetto il consiglio di mettere il poco ortodosso parmigiano nel piatto dei maschietti di casa.. Così non si lamentano di fargli piatti solo a base di verdure ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho visto che l'hai preparata: proverò anche la tua versione con i pomodori freschi :)))

      Elimina
    2. Mi ha invogliata la tua foto e come ne hai parlato :D Non l'ho mai fatta coi pomodori pelati, quindi non ti saprei dire la differenza, ma con quelli freschi ti devi mettere a spellarli, ma ne vale la pena ;)

      Elimina
    3. infatti vorrei rifarla con quelli freschi dell'orto dei miei prima che finiscano, chissà se ci riesco :)

      Elimina
  16. Come ti ricorderai, questo è un cibo speciale anche per me... basta vedere quel rosso, quella morbidezza, il pane che si scioglie in bocca, ripensare a momenti così lontani ma che non perdono intensità... ed ecco che non è semplice mangiare, questo... è "sentire"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. abbiamo lo stesso rapporto magico e di cuore col cibo, per questo mi piace tanto leggerti :*

      Elimina
  17. Ciao! Valentine se lo accetti e ti fa piacere ho un premio per te (però dovresti passare su beauty Uno50 perché è lì che me lo hanno assegnato) ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Fragolina, purtroppo sono sempre indietrissimo con queste cose :(

      Elimina
  18. Ciao Valentine, ti ho assegnato un premio
    saluti Su

    RispondiElimina
  19. adoro la pappa col pomodoro!!! uno dei miei piatti preferiti!
    per me nn è un piatto dell'infanzia, l'ho conosciuto quando ho iniziato a viaggiare e a scoprire le meraviglie della Toscana
    pensa, mio fratello me l'ha fatta due giorni fa, troppo buona!
    buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bravo fratello che hai!
      me ne è tornata voglia, quasi quasi mi coccolo così per cena :)

      Elimina
  20. Quanto mi piace la pappa al pomodoro, fa uscire quella parte toscana che c'è in me :)
    Mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi, ti aspetto anche da me se ti va :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  21. Che meraviglia la pappa al pomodoro! Bella la presentazione e la foto... Mi sono unita ai lettori fissi. Complimenti e a presto :-)
    Federica :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...