Cioccolato e mandorle per festeggiare: la torta caprese!



Festeggiamo insieme, vi va? Festeggiamo l’autunno, con le giornate che si accorciano ma i cieli più belli e limpidi dell’anno. Festeggiamo con una coccola, che lascia le mani profumate di burro e cioccolato. Festeggiamo con le mandorle, che ci parlano di autunno e di dolci ricchi, che ci avvolgono come un abbraccio nelle sere in cui l’aria è più fresca.

Festeggiate con me le piccole grandi soddisfazioni che mi sta dando questo spazio virtuale, che mi state dando voi. Venite qui, prendete una fetta di Caprese, è il mio modo di ringraziarvi. Il primo grazie va a Raffaele de Il cotto e il crudo, perché il suo contest in collaborazione con La Fiammante è stato per me un divertimento e un piacere e sono ancora più contenta perché sono “sul podio” insieme a due meravigliose ragazze campane: Enrica e Valentina. Se non le conoscete correte a fare un giro sui loro blog, io mi incanto e trovo mille idee ogni volta che li visito. Il secondo grazie lo devo agli organizzatori di IO Chef, sono ancora stupita, ma 45 cuochi hanno ripreparato i 97 piatti partecipanti al contest e il mio è tra i primi 12! All’emozione della scoperta di tanti prodotti che non conoscevo si unisce così quella di sapere che il mio piatto è stato apprezzato da dei professionisti della cucina. Ma il grazie più grande è per voi, perché passate qui a leggermi, mi date consigli e mi incoraggiate, provate le mie ricette e mi scrivete per darmi un riscontro, grazie a Gigliola, a Patty e a tutti quelli che mi danno tanta fiducia da provare una mia ricetta.

Festeggiamo con un dolce semplicissimo da preparare e che non richiede nessun attrezzo per prepararlo, ma che mette sempre d’accordo tutti, di quelli che “al diavolo la dieta oggi merito un premio”. La caprese, come piace a me, è un dolce umido, che si scioglie in bocca, con qualche pezzetto di mandorla più grossolano che interrompe la scioglievolezza e lo rende ancora più interessante. È perfetto per una merenda energetica, a fine pasto con una pallina di gelato o un ciuffo di panna non zuccherata, ma anche così com’è, magari a colazione per partire alla grande. Usate un buon cioccolato fondente, è il segreto per ottenere un dolce buonissimo e per nulla stucchevole. Credo di aver preparato per la prima volta questo dolce alle elementari, in qualità di aiutante di mamma :) da allora l’ho fatto e rifatto decine di volte, provando tantissime ricette, ma è da più di un anno che sono ferma su quella che vi propongo oggi: senza farina, lievito o aromi, solo cioccolato e mandorle e guai a chi conta le calorie! La caprese è un dolce di pancia e di cuore, di soddisfazione, provatela e mi darete ragione…

Torta Caprese



Ingredienti (per uno stampo da 24 cm di diametro)

200 g di cioccolato fondente (al 65% di cacao)

170 g di burro (buono, se trovate quello ottenuto dalla panna per centrifuga è ancora meglio)

200 g di zucchero

200 g di mandorle (io uso quelle non spellate, per maggiori dettagli vi rimando alle note)

5 uova

Procedimento

Tagliare il cioccolato a pezzi grossolani e fonderlo insieme al burro. In un mixer tritare le mandorle insieme allo zucchero, azionando il frullatore a impulsi in modo da non scaldare le mandorle, fino a ottenere un farina sottile, ma non omogenea, con qualche pezzetto di mandorla più grosso. Sgusciare le uova in una terrina e sbatterle con una frusta a mano o con uno sbattitore. Unire le polveri alle uova sbattute, mescolare fino a renderlo omogeneo e infine aggiungere il composto di burro e cioccolato, lasciato intiepidire in modo da non rischiare di cuocere le uova. Mescolare con cura e versare l’impasto in uno stampo imburrato. Cuocere in forno statico, preriscaldato a 200° C per 10 minuti, quindi abbassare la temperatura a 170° e proseguire la cottura per altri 35-40 minuti. La cottura è il passaggio che richiede maggiore attenzione nella preparazione della caprese, il dolce deve rimanere umido all’interno, ma non troppo molle, quindi prima di sfornare il dolce, conviene effettuare la prova stecchino, se qualche pallina di impasto resta attaccata allo stecchino, ma non è fluido, è il momento di sfornare! Far raffreddare il dolce completamente, quindi capovolgerlo su un piatto da portata, spolverizzarlo con lo zucchero a velo e servire.

Note

Io ormai sciolgo il cioccolato al microonde, mescolandolo spesso e aggiungendo il burro alla fine, ma secondo la ricetta “di famiglia” andrebbe fatto sciogliere a bagnomaria insieme al burro.

C’è chi usa la farina di mandorle o le mandorle sgusciate, ma io trovo che il risultato finale abbia meno carattere, quindi viva le mandorle non pelate! Se, però, volete un risultato più fine o pensate di realizzare delle tortine monoporzione, potete mescolare metà farina di mandorle e metà mandorle con la pelle tritate da voi.

Se usate la farina di mandorle, questo dolce si prepara completamente a mano, perfetto per le cucine sguarnite degli studenti o per i giorni in cui non avete voglia di lavare troppe caccavelle!

Se avete le mandorle amare, sostituitene 3 o 4 a quelle dolci, il sapore sarà ancora più intenso.

Trito sempre le mandorle insieme allo zucchero, in questo modo l’olio rilasciato dalle mandorle viene assorbito dallo zucchero. È importante azionare il mixer a impulsi e per tempi brevi, in modo da non surriscaldare le mandorle: Montersino consiglia addirittura di metterle in freezer prima di tritarle!

C’è chi aromatizza con un po’ di liquore (amaretto, rum o… limoncello!) e chi usa lo zucchero vanigliato. A me nella caprese piace sentire il sapore delle mandorle e del cioccolato, quindi non aggiungo nulla. (Nella caprese bianca al limone metto il limoncello, ma questa è un’altra storia :) )

La caprese non va cotta troppo a lungo, altrimenti si rischia di ottenere un dolce buono, ma troppo asciutto. Fate attenzione alla prova stecchino: se l’impasto è ancora molle, bisogna proseguire la cottura, ma se lo stecchino è pulito la cottura è andata troppo oltre.

Questa torta resta ottima per quattro o cinque giorni, avvolgendola nella pellicola per non farla seccare, ma vi assicuro che non durerà così a lungo ;)

Parlando di capresi, è d’obbligo citare quella di Lydia, la mia ricetta è un mix della sua (che prevede più burro) e di quella di Nunzia, la madre del fidanzato di mia sorella, che è famosissima tra i nostri amici e due anni fa ho scelto come anomala torta di laurea.
Allora, vi va di assaggiarne una fetta?

20 commenti:

  1. Mmmm... che gola Valentine! Ho mangiato la torta caprese quest'anno per la prima volta a Capri. L'ho trovata buonissima ma un pò pesantella e molto unta. La tua invece ha un aspetto meraviglioso! Sono sicura che è anche meglio dell'originale :-) Belle anche le foto.Complimenti!
    A presto
    Federica :-)

    RispondiElimina
  2. Vale ma io sono felicissima di aver conosciuto te che proponi sempre piatti oltre che buoni anche belli ed eleganti, grazie infinite per la tua gentilezza e per il tuo grande cuore.
    Questa caprese è perfetta, si vede anche dalle foto il suo interno bello umido e poi tu sei una garanzia quindi segno subito la tua ricetta come Caprese da fare subitoo!
    Un abbraccio grande
    Enrica

    RispondiElimina
  3. Vale... sono io ad incantarmi quando vengo qui... sei bravissima e, cosa molto molto importante, una bella persona... una di quelle che ti entra nel cuore e resta lì :) <3 Ti faccio i miei complimenti, sono felice del podio tutto campano e felice del tuo successo a Io Chef, strameritato! In bocca al lupo! :D <3 Prendo una fetta di deliziosa caprese per festeggiare e ti abbraccio forte forte! Spero di abbracciarti presto anche "dal vivo" ;) Buona settimana, grazie infinite :**

    RispondiElimina
  4. Tesoro non posso che unirmi alle congratulazioni per questi traguardi... tu hai sempre proposte interessanti, golose e mai banali.... e tutti questi successi sono assolutamente meritati.... poi confesso che la tua cucina è sempre nelle mie corde.. la caprese di oggi è un piatto a me molto caro... sarà per le mie origini napoletane, sono cresciuta a pane, bufala e capresi... e non posso non emozionarmi alla sua visione... Perfetta, sia in termini di consistenza che di spessore...
    un abbraccio amica e ancora complimenti per tutto:*

    RispondiElimina
  5. Mandorle e cioccolato, fuori piove, e fa freddo. Quindi: devo assolutamente provarla!
    Da tempo cercavo una ricetta della torta caprese non troppo burrosa e la tua mi sembra perfetta! :))

    RispondiElimina
  6. Festeggio con vero piacere e mi assaggio la tua torta senza nemmeno un senso di colpa!!!
    Complimenti x tutti i tuoi traguardi, te lo meriti <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  7. c'è sempre qualche buon motivo per festeggiare con una bella caprese, torta che io adoro!
    La tua ha un bellissimo aspetto :)
    un bacio :)

    RispondiElimina
  8. complimenti per tutti i tuoi successi e traguardi! stra meritati!!! non ho mai mangiato la caprese però quanto mi tenta!! quindi lo stecchino dovrebbe uscire un po' umido?

    RispondiElimina
  9. tanti complimenti per i tuoi traguardi!!!la tua caprese e' deliziosissima! molto belle anche le foto!

    RispondiElimina
  10. Festeggiamo, mangiamo, sorridiamo, parliamo, scambiamo ricette, fermiamo bei momenti... e quando abbiamo finito, ricominciamo... :-)

    RispondiElimina
  11. Ma che bello festeggiare non solo l'autunno ma sopratutto i traguardi che ci siamo meritati ! Complimenti cara !! A casa mostra esiste solo una torta al cioccolato ovvero la caprese...pensa un pò, io che non sono nata in Italia la Caprese mi è giunta tramite la nonna di un amia amica svizzera !! sono d'accordo con te, la cottura è essenziale...io ormai ho ragiunto il Paradiso cuocendola per 43 minuti a 170°...non provo neanche con lo stecchino...hai provato invece di aggiungere la buccia di arancia ? Fantastico...ho provato anche con la buccia del pompelmo rosa - sembra strano ma ci sta molto bene...

    RispondiElimina
  12. La caprese è una torta che mi ha sempre attratto, non ho mai avuto modo di assaggiarla e penso proprio che ormai non la assaggerò più, ma in tutta onestà continua ad attrarmi.
    Riuscirò mai a veganizzarla? Cinque uova non sono una passeggiata! :D
    In ogni caso, mangio con gli occhi un pezzettino della tua :)
    un bacio!

    RispondiElimina
  13. L'ho fatta proprio pochi giorni fa per farla conoscere ad amici con cui siamo stati. E' una garanzia, sempre buonissima, mi piace proprio per la sua umidità e per i pezzetti grossolani delle mandorle. In più è anche senza glutine e quindi buona anche per i celiaci.

    Fabio

    RispondiElimina
  14. Se proprio insisti...festeggiamo!
    Se poi lo facciamo con questa torta, un vero classico che non tradisce mai le aspettative...:-)
    Un bacio,
    Cri

    RispondiElimina
  15. Complimenti per i tuoi successi, belle soddisfazioni più che meritate e che meritano una golosa torta per festeggiare. E alla caprese è impossibile davvero resistere. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  16. e questa torta super cioccolatosa?? meravigliosa nella sua semplicità e tu sempre bravissima!!! un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
  17. La torta giusta per festeggiare!!! Complimenti...continuo a curiosare per il tuo blog se non ti dispiace!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  18. Cercavo una ricetta per la caprese e sapevo di trovarla da te. E' stupenda la tua!
    devo regalarla ad un'amica, ti farò sapere!
    un abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...