Speculoos: biscotti speziati dal Belgio


Oggi vi propongo dei biscotti che arrivano dai Paesi Bassi: gli speculoos, noti anche come caramelised biscuit. Profumano di cannella, di spezie, ma anche di liquirizia, e insomma, sanno proprio di Natale, tanto che in Belgio, si trovano nei supermercati e nei forni soprattutto nel periodo di San Nicola, che viene festeggiato il 6 dicembre, e per tradizione porta in dono ai bambini dolci e giocattoli. 
Ho scoperto gli speculoos a Parigi. Questi biscottini profumati di cannella vengono serviti spesso insieme al caffè e mi hanno subito conquistata, così ne ho comprati un po' da riportare a casa. Non l’avessi mai fatto: i miei familiari, normalmente scettici su spezie&co e addicted di biscotti al cioccolato, se ne sono innamorati! Così durante la seconda trasferta a Parigi, oltre a fare scorta di biscotti già belli e fatti, mi sono procurata anche lo zucchero che serve per prepararli. Questo zucchero, detto cassonade in Belgio e vergeoise rouge in Francia, è  uno zucchero granuloso, dorato e profumato, che si ottiene dal succo delle  barbabietola (proprio come il nostro classico zucchero semolato), ma viene prima sottoposto ad un processo di evaporazione per far aumentare la concentrazione di zucchero, poi cristallizzato e riscaldato fino a trasformare parte dello zucchero in caramello. La cottura dona il tipico colore dorato e il sapore di caramello, con note di liquirizia e un profumo indescrivibile, anche la consistenza è diversa da quella de classico zucchero grezzo di canna: lo zucchero cassonade è più umido e compatto.
Dopo essermi procurata lo zucchero, è partita la ricerca della ricetta: mi sono affidata alla belga più famosa del mondo dei foodblog: Sigrid del cavolettodibruxelles e non me ne sono pentita :) ho adattato il procedimento all'uso della planetaria e variato le spezie: visto che ci sono ricette che prevedono solo cannella e altre che prevedono mix di spezie, ho deciso di usare cannella e pisto, una miscela di spezie che caratterizza i roccocò, dolci natalizi napoletani per rendere questi biscotti più vicini ai classici profumi del Natale ischitano. Gli speculoos che ho sfornato sono croccanti, profumatissimi e davvero vicinissimi a quelli industriali che hanno fatto perdere la testa alla mia famiglia :)

Speculoos (anche noti come speculaas e caramelised biscuit)

Ingredienti (per una bella scatola piena di biscotti, circa tre teglie) 
550 g di farina 00
400 g zucchero cassonade o vergeoise
225 g di burro
1 cucchiaio di cannella in polvere
½ cucchiaio di pisto (miscela di spezie composta da cannella, noce moscata, cardamomo e chiodi di garofano)
1 stecca di cannella
70 g di latte
15 g di bicarbonato di sodio

Procedimento 
  • Scaldare il latte con la stecca di cannella e lasciarlo raffreddare. 
  • Versare nella ciotola il burro morbido tagliato a dadini. Aggiungere lo zucchero e rimescolare con la frusta K della planetaria fino a ottenere un impasto omogeneo. 
  • Setacciare la farina con il bicarbonato e la cannella e aggiungere il mix all'impasto di burro e zucchero. 
  • Impastare unendo a poco a poco il latte (dopo aver eliminato la stecca di cannella) fino ad ottenere un impasto omogeneo, ma non colloso. 
  • Dividere l’impasto in due e avvolgerlo con della pellicola alimentare, quindi metterlo in frigo a riposare per almeno un’ora. 
  • Stendere l'impasto su un piano leggermente infarinato o tra due fogli di carta forno fino a un'altezza di circa 4-5 mm e ritagliarne dei biscotti usando una rotella o dei coppapasta (con la rotella si fa prima, con i coppapasta si ottengono forme più carine). 
  • Riporre i biscotti sulle teglie rivestite di carta forno tenendoli ben distanziati perché si allargano in cottura.  Se si ha tempo, ripassare le teglie in frigo prima di infornarle, così i biscotti mantengono meglio la forma.
  • Infornare i biscotti in forno caldo preriscaldato in modalità statica a 150-160°C per circa 15 minuti, fino a quando i biscotti non sono color caramello scuro e iniziano ad essere meno morbidi. 
  • Lasciar raffreddare su una griglia e conservare in scatole di latta.
Note 
La ricetta di Sigrid prevedeva soltanto tre cucchiai di cannella, ma lei stessa ne ha postata anche un’altra in cui usava un mix di spezie per speculoos, e il mix è molto simile al pisto napoletano :) nella sua ricetta, inoltre, manca la stecca di cannella, io l’ho messa per rinforzare l’aroma, visto che avevo finito la cannella in polvere.
Se non avete lo zucchero cassonade, potete usare uno zucchero di canna scuro e rinunciare al sentore di liquirizia e caramello o mescolare 360 g di zucchero bianco con 40 g di melassa calda (che si può trovare nei negozi specializzati o in erboristeria).
Vi consiglio di non fare biscotti troppo grandi perché in cottura si allargano.
Gli speculoos devono essere scuri, profumati di spezie e caramello e croccanti, io ho toppato al cottura dell’ultima teglia, tirandola fuori troppo presto: i biscotti erano ugualmente buoni, ma non croccanti. Il giorno dopo li ho infornati di nuovo e sono usciti perfetti: croccantissimi :)
So che è impossibille resistere al profumo che sprigionano in cottura, ma siate forti e non toccateli appena sfornati perché sono morbidi e assumono la giusta consistenza solo raffreddandosi!
Ci sono tante versioni di speculoos, io ho scelto questa senza uova perché quelli industriali che avevo acquistato non le prevedevano e poi così sono adatti anche chi non può mangiare uova.

32 commenti:

  1. Eh si sono davvero buonissimi!!
    Io li ho assaggiati per la prima volta a Bruxelles e li ho portati anche a casa al ritorno comprandoli in un negozietto che vendeva solo loro oltre alla marmellata di speculoos ed alla crema di speculoos ...
    Baci
    Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crema di speculoos è sulla todolist: deve essere fenomenale ;)

      Elimina
    2. Si, ne sono uscita con una dipendenza!!!
      Non ti dico poi mangiare gli speculoos con sopra crema di speculoos...
      trai miei fratelli e me abbiamo fatto cose indicibili :D
      Baci
      Rosa

      Elimina
    3. ahahah, questi biscotti portano alla perdizione! ora sono ancora più curiosa di provarla!!

      Elimina
  2. Io letteralmente ADORO gli speculoos, sei stata bravissima!
    Un bacione, Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Michela! ho scoperto che questi biscottini sono il punto debole di molte di noi ;)

      Elimina
  3. Vale cercavo da tanto la ricetta di questi biscotti,per me sono una vera droga e li proverò in questi giorni....grazie infinite segno subito tutto le tue dritte!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enriiiiiiii, ma sai che sei stata proprio tu ad incuriosirmi e a metterli voglia di provarli a Parigi? Sei una diavola tentatrice ;)

      Elimina
    2. Li ho appena fatti son buonissimi ma li devo nascondere altrimenti li mangio tutti io!

      Elimina
    3. grazie di averli provati, Enrica <3 <3 <3
      hai proprio ragione: sono una tentazione incredibile, non aprire la scatola o è impossibile resistere ;)

      Elimina
  4. buonissimi e questi tuoi sono proprio belli!
    baci Su

    RispondiElimina
  5. Adoro i profumi speziati del Natale. L'anno scorso tra roccocò e mustacciuoli invasi casa di questi profumi. Quest'anno mi sono lasciata tentare anche io dalle miscele nordiche e dopo i pain d'epices morbidi di Felder, mi sa mi sa che proverò gli speculoos :) Un bacetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhhhhh, io invece voglio provare i pain d'epices: a Parigi li ho adorati!

      Elimina
  6. dalla tua meravigliosa descrizione sembra quasi di riuscire a sentirne il profumo... complimenti! un abbraccio e felici feste!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simo! Buone feste anche a te :*

      Elimina
  7. ahaha mi hai fatto morire con la storia del pericolo scampato :D io non li ho mai mangiati, li speculoos e non saprei onestamente dove trovare quello zucchero...ma un semplice muscvovado non andrebbe bene? comunque sono sicuramente un bel regalino da mettere sotto l'albero! ;)
    un bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me sì: scegline uno scuro e tanto profumato :)
      tra l'altro, sai che ti ho pensato quando li ho preparati? non avendo le uova, si prestano ad essere veganizzati facilmente!

      Elimina
  8. che buoni devono essere! ma il pisto è quello che chiamano anche "4spezie" o mi confondo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non saprei, io l'ho sempre conosciuto come pisto ^_^ in realtà credo che ne esistano varie versioni, ma la sostanza è che è profumatissimooooooo! :))

      Elimina
  9. Tesoro, non credo proprio che il tuo fidanzato ti lasci mai..sei sempre così carina, premurosa e bravissima! Dove la trova un'altra così ^_^
    Questi biscotti li devo provare..adoro le spezie e il loro sapore, quindi sono una garanzia ^_^
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consu, sei sempre dolcissima :*

      Elimina
  10. Mai come in questo periodo, la mia biscottiera fu così presa d'assalto :)))! E' pericolosa, una volta che hai messo i biscotti lì, hanno vita corta. Almeno a casa mia.
    Adoro i biscotti e questi speziati in particolare, sanno di feste e di Natale.
    Ora vado a farmi un tè! Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
  11. Ah ah, anche io li ho assaggiati la prima volta in Francia accanto al caffè!!!Mi incuriosisce tantissimo questo pisto, non ne ho mai sentito parlare (e non ho mai assaggiato un Rococò)!! Spero ce li farai vedere presto!! Purtroppo sono più ferrata sul versante cucina francese, che sulla cucina napoletana -sig-! a presto

    RispondiElimina
  12. Bellissimi biscotti! Complimenti mi sono unita ai tuoi lettori...se ti va passa a trovarmi baci!!!

    RispondiElimina
  13. Anche io amo alla follia il cioccolato, ma ci sono alcune eccezioni e gli speculoos sono sicuramente tra queste! Poi fatti col pisto, che te lo dico a fare? I nostri profumi di Natale.
    Da fare assolutamente.
    Buon Natale

    Fabio

    RispondiElimina
  14. Bellissimi questi biscottini! se ne vedono fin troppi in giro questi giorni ma questi così dorati così semplici esteticamente profumano di casa oltre che di tutti gli aromi fantastici!
    ci racconti del Giappone????
    un abbraccio
    Frankie
    p.s. BUON NATALE! :*

    RispondiElimina
  15. Mai mangiati, ma sembrano davvero deliziosi

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...