C'è bisogno di magia

 


La magia delle mani piccole piccole di un bimbo e quella del sorriso timido di una ragazza.  Magie piccole e semplici, quotidiane. Come incrociare uno sguardo e dirsi tutto senza una sola parola, come un abbraccio in cui perdersi e ritrovarsi, come un odore che ci fa viaggiare nei ricordi. Non serve un mago, basta  guardare un cielo stellato, la luna che si specchia nel mare per ritrovare un pizzico di serenità. E se proprio tutto va male e non trovate magie nelle vostre giornate, rifugiatevi in questa torta: un unico impasto da cui uscirà un dolce a tre strati, non è forse magia?

Magic cake


Ingredienti

125 g di burro

½ litro di latte intero

4 uova a temperatura ambiente (albumi e tuorli vanno separati)

150 g di zucchero semolato

1 cucchiaio di succo di limone (o acqua)

115 g di farina 00

La scorza grattugiata di un limone (o essenza di limone/vaniglia,  liquore o quello che preferite)

Un pizzico di sale

4 gocce di aceto (o limone)

Zucchero a velo per la finitura


Procedimento

Sciogliere il burro al microonde e lasciarlo raffreddare. Scaldare il latte e mettere da parte. Separare i tuorli dagli albumi e montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere il succo di limone (o l’acqua) e il burro e continuare a montare per un paio di minuti. Unire la farina setacciata e amalgamare bene il tutto. Aggiungere la scorza grattugiata di limone, il sale e infine  il latte un po’ alla volta, mescolando fino ad ottenere un impasto piuttosto omogeneo (è normale che risulti piuttosto liquido). Montare a neve gli albumi con l'aceto e incorporarli delicatamente e in più riprese al composto preparato precedentemente, cercando di non smontare la meringa. Imburrare uno stampo quadrato da 20 cm di lato e versarvi l’impasto. Infornare in forno statico preriscaldato a 150-160°C per circa 60 minuti, o fino a quando la superficie del dolce risulterà ben dorata. Sfornare e lasciar raffreddare per almeno 3 o 4 ore nello stampo, prima di affettare. Spolverare con abbondante zucchero a velo e servire.
 
Note

Lo strato superiore richiama l’angel cake, quello centrale è una crema delicata e quello in basso è un budino più consistente e cremoso, quasi un flan.

Stavolta mi sono mantenuta sulla versione base aromatizzandola al limone, ma questa è la torta più personalizzabile che esista: potete farla al cioccolato, al tè matcha, alla nutella, alla frutta… insomma, sbizzarritevi!  E se non vi viene in mente nulla, qui trovate diverse idee :)

La torta nella sua versione base sta benissimo con la frutta fresca, ma anche con salsine alla frutta ottenute frullando la frutta che preferite (secondo me, più è fresca e un po’ acidula meglio è) con un po’ di zucchero.
Questa torta impazza sul web da un po’, e non saprei dire dove ho preso la ricetta quando l’ho preparata la prima volta, ma sono tutte molto simili.
Io ho usato una pirofila rettangolare in pirex, di dimensioni 26cm x 15cm.
Prima di tagliarla vi consiglio di farla riposare anche per un’oretta in frigo. Il sapore migliora e le fette vengono meglio. Per la fretta mi è capitato anche di servirla ancora tiepida: è ugualmente buona, mala parte centrale è quasi liquida ed è impossibile tagliarla a fette per bene. Secondo me dà il suo meglio dopo mezza giornata di riposo.
 

17 commenti:

  1. Mitica Valentine...la magia è cogliere così bene i piccoli dettagli della vita!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Hai ragione questa torta è magica ^_^ non l'avevo ancora vista ma mi ha già conquistata :-D
    Bravissima <3<3<3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi provarla con la frutta, sono sicura che ti piacerà!

      Elimina
    2. Vale..l'ho fatta oggi..ora sta raffreddando e poi via in frigo! Peccato che in corso d'opera ho avuto non pochi problemi..mi si è fuso lo sbattitore elettrico O_o panicoooo! Speriamo di non aver combinato guai e che il risultato sia almeno simile al tuo…mi si è rigonfiata da un lato ed esteticamente è bruttina :-( rimedierò con tantissimo zucchero a velo in superficie ^_*
      Ti terrò aggiornata…
      la zia Consu

      Elimina
  3. Wow!!! Bellissima questa torta! Deve essere deliziosa! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la cosa più bella è che ogni volta si trasforma in una torta diversa :)

      Elimina
  4. Le torte sono magiche perchè dietro, a farle con tanta cura, ci sono persone altrettanto magiche...
    L'ingrediente vincente? La (tua) dolcezza.

    (quelle fragoline sono lì per essere mangiate subito subito, gnam!)
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ogni volta le tue parole sono per me come un abbraccio <3

      Elimina
  5. Valentine, oggi la mia piccola magia quotidiana me l'hai regalata tu, con la semplicità, la tenerezza e la bellezza del tuo post (e della torta, naturalmente!) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 Roberta, sei dolcissima: grazie di cuore!

      Elimina
  6. Vale io e te abbiamo gli stessi gusti... ogni volta che arrivo qui non c'è mai niente che non mi piace o che non abbia sperimentato ... è il caso di questa torta... provata proprio qualche settimane fa... buonissima...
    La vita senza le piccole magie sarebbe davvero vuota... grazie per averle citate in questo post... :*
    buon fine settimana:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, anche io l'ho notato, ogni volta che passo da te mi innamoro e mi metti voglia di provare un nuovo piatto. Sono felice di aver scoperto il tuo blog, mi fai "crescere"!
      Un bacio*

      Elimina
  7. Son sempre cariche di poesia le tue introduzioni alle ricette...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e i tuoi commenti sempre carichi di dolcezza :*
      grazie Cristina!

      Elimina
  8. ti seguo molto volentieri anche io ,questa torta e una meraviglia facile e buona un bacio lili

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...